Vaccinazione Covid-19 per Donatori: Chiarimenti

Vaccinazione anti Sars-CoV-2/Covid-19: donatori di sangue.

Chiarimenti:

 

 

Con il documento "Vaccinazione antì-SARS-CoV-2/COVID-19 - Piano strategico - Elementi di preparazione della strategia vaccinale" e la successiva Circolare ministeriale del 24 dicembre 2020 (Raccomandazioni per l'organizzazione della campagna vaccinate contro SARS CoV-2/COVID-19 e procedure di vaccinazione) sono state fomite le indicazioni relative alle categorie prioritarie da sottoporre a vaccinazione.

Secondo tali indicazioni, in coerenza con i valori e i principi costituzionali, le categorie prioritarie da sottoporre a vaccinazione sono gli operatori sanitari, il personale e gli ospiti nei presidi residenziali per anziani (es. Residenze Sanitarie Assistenziali), le persone in età avanzata, con maggiori fattori di rischio clinici, persone di ogni età che soffrono dì più di una patologia cronica pregressa, immunodeficienze e/o disabilità, e quindi con elevata probabilità di sviluppare la malattia grave. Con l'aumento della disponibilità di vaccini si procederà con la vaccinazione delle altre categorie a rischio e successivamente alla vaccìnazìone della popolazione generale.

In linea con le citate indicazioni, i donatori di sangue, il cui gesto solidaristico è essenziale ai fini degli obiettivi del SSN, potranno essere sottoposti a vaccinazione in una fase successiva rispetto alle categorie già individuate.

Con l'evoluzione della campagna e la disponibilità dei vaccini sarà possibile fornire ulteriori indicazioni in ordine alla priorità delle diverse categorie.

Ciò premesso, si ribadisce che la vaccinazione dei donatori di sangue potrà essere prevista successivamente alla vaccinazione delle categorie fragili a rischio, secondo quanto verrà stabilito negli aggiornamenti del documento "Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti-SARSCoV-2/COVID-19 - marzo 2021".

Allo stato attuale, su Crotone e Provincia, non si è ancora conclusa la fase di vaccinazione delle categorie a rischio.

Siamo tutti consapevoli del prezioso contributo fornito al SSN dai nostri donatori, ma è doveroso dare priorità alle categorie fragili e vulnerabili per tutelare il loro già cagionevole stato di salute.


Con l’auspicio di aver fornito chiarimenti alla situazione in esame. Seguiranno aggiornamenti.

 

 

 



Ultimo aggiornamento: 01/01/1970 00:00:00